Il 4 giugno torna a Senigallia Gianpietro Ghidini o meglio papà Gianpietro. Perché Gianpietro da quel 24 novembre 2013 è rimasto per sempre il papà di Emanuele, 16 anni che si è buttato nel fiume Chiese ad un passo da casa, sotto l’effetto di un francobollo allucinogeno preso per la prima ed ultima volta ad una festa tra amici. E da quel terribile novembre anche lui ha dovuto scegliere se lasciare che la disperazione prendesse il sopravvento o fare in modo che la storia terribile di Emanuele fosse narrata ai ragazzi della sua generazione ed ai genitori, affinché quei segnali “deboli” siano colti.

Papà Gianpietro in una lettera postuma a suo figlio Emanuele scrive che “Nella vita per crescere bisogna anche osare e sbagliare. Solo in questo modo si diventa adulti.” Ma è anche tanto consapevole che per prevenire errori terribili come quello che ha fatto Emanuele bisogna parlare, far conoscere, diffondere la consapevolezza che attraverso un colloquio profondo con e tra genitori si possa impedire che l’errore si ripeta.

L’unità pastorale Emmaus di Marzocca e Montignano propone per il 4 giugno alle ore 21 a Marzocca un incontro aperto a tutti i genitori, educatori, adulti interessati al fenomeno con Gianpietro Ghidini e la sua fondazione “Pesciolino Rosso” (il motivo del nome sarà nei suoi racconti); un incontro fortemente voluto ed organizzato con un po’ di fatica, dati gli impegni innumerevoli di Gianpietro, ma necessario poiché è alta la consapevolezza che il fenomeno droga é presente nelle nostre frazioni, tra i nostri giovani minorenni, utilizzati da adulti senza scrupoli per lo spaccio e la diffusione.

Gianpietro sarà anche presso la scuola media Belardi di Marzocca lo stesso giovedì 4 giugno alle ore 11 per parlare con i ragazzi.

Chi ha già ascoltato cosa Gianpietro ha da raccontare riferisce di una esperienza intensa che cambia la prospettiva, noi speriamo che la sua testimonianza metta anche in discussione vacue certezze, infonda il coraggio al cambiamento e sia il tassello iniziale di un percorso di collaborazione e corresponsabilità

print